Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”.

Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Fobia Specifica e Fobia Sociale

Fobia Specifica

la dott.ssa picologa Sabrina Franzosi introduce le fobieLa persona vittima di una fobia sperimenta una forte paura irrazionale che la porta all’evitamento di un oggetto o situazione.

Le persone affette da una fobia possiedono un'immaginazione particolarmente potente, tanto da essere in grado di anticipare vividamente conseguenze terrificanti nel caso in cui incontrassero gli oggetti da loro temuti (aghi, sangue, alcuni animali, aerei e situazioni chiuse).

Questi individui riconoscono che le loro paure sono eccessive e irragionevoli, nonostante questo sono generalmente incapaci di controllare l'ansia scatenata dallo stimolo fobico. Oltre alle fobie specifiche, vi è un altro tipo di fobia, conosciuta con il nome di fobia sociale.

 

Fobia/ansia sociale

la dott.ssa Sabrina Franzosi descrive la fobia sociale L’individuo viene colto da paura intensa e pervasiva ogni qualvolta che viene a trovarsi in una particolare situazione sociale, o quando deve eseguire un tipo di prestazione. Si tratta di un particolare stato ansioso nel quale il contatto con gli altri è sempre avvertito come la possibilità di essere malgiudicati e/o di comportarsi in maniera imbarazzante ed umiliante. Le persone affette da questo tipo di ansia sono portate ad evitare situazioni spiacevoli, o se costrette ad affrontarle, provano un forte disagio con loro stesse. Fa parte di questa categoria anche l'ansia da prestazione, ovvero quella paura bloccante che un individuo può provare in ogni ambito di vita in cui l’individuo è tenuto a dare una performance, sempre scatenata dal timore di essere giudicato come inadeguato. 

Le situazioni maggiormente temute sono: parlare in pubblico, partecipare ad una festa, scrivere o firmare in presenza di un' altra persona, fare la fila, mangiare o bere in pubblico, usare mezzi pubblici o bagni pubblici, usare il telefono in presenza di altre persone. Alcuni temono di poter avere funzioni corporee imbarazzanti in pubblico come ad esempio perdere il controllo della vescica o dell´intestino. Alcuni temono maggiormente le situazioni dove viene richiesta loro una prestazione, altri invece temono maggiormente le interazioni sociali. 

 

[Per maggiori informazioni riguardo alle modalità di ricevimento o una problematica ben precisa è possibile contattarmi gratuitamente al numero 339 36.43.877; si garantisce la massima riservatezza]

 Dott.ssa Sabrina Franzosi - Psicologo Bologna

 

Ti può interessare anche:

. Cosa si intende per consulenza psicologica

. Ansia: quando è il momento di rivolgersi ad uno psicologo?

. Perchè l'approccio cognitivo-comportamentale

Coltivare l'Assertività per migliorare le capacità di relazione e di comunicazione

 

Psicoterapia di Coppia

Psicoterapia Individuale

Dott.ssa Sabrina Franzosi Psicologa Psicoterapeuta - Studio Privato in Viale Oriani, n° 39- 40137 Bologna - Tel. 339.3643877 E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CF: FRNSRN83T49D142G | n. di iscrizione albo 6659 sez.A

Crediti: creativecrew.it