Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.
Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”.

Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Come i pensieri ammalano la coppia

I problemi di coppia si mantengono e, il più delle volte, peggiorano a causa del nostro attaccamento esagerato ad alcune convinzioni negative sul partner o su come dovrebbe essere una relazione per essere giusta.

 

 

 

 

"Se mi amasse non mi farebbe questo..."

"A volte è così rozzo...."

"Con lui non si può parlare...."

"Discutere non serve, è troppo tardi..."

 

Queste sono solo alcuni esempi dei pensieri che a volte fanno capolino in ognuno di noi quando pensiamo al partner, specie se in un momento di malessere o incomprensione.

Possono assumere la forma di giudizi, di credenze, di valutazioni sull'altro o sulla situazione della coppia; la trappola è che più diamo corda a questi pensieri, più la nostra relazione ne risentirà.

La strategia più utile non è eliminare i pensieri negativi  - spesso compariranno in modo automatico!- ma non attaccarsi troppo a questi, agendo poi nella quotidianità come se fossero verità inconfutabili, chiudendoci in noi stessi, mettendo il muso, evitando il confronto etc.

Forse fin qui è poco chiaro, vediamo di seguito alcuni esempi di pensieri che possiamo ripeterci mentalmente e di come questi influenzino l'andamento della nostra relazione.

 

I Pensieri del "Dovrebbe"

  • Non è un mio problema, non devo cambiare io
  • Lui dovrebbe scusarsi e ammettere che ha torto
  • Lei non avrebbe dovuto trattarmi in questo modo

Quando veniamo catturati da questa vertigine di pensieri ci sentiamo nel giusto, ci sentiamo indignati, arrabbiati. La parola "dovrebbe" implica che c'è una regola e che deve essere seguita. Se il nostro partner non segue le regole che abbiamo proclamato, inevitabilmente ci arrabbiamo.

E' perfettamente naturale pensare in questo modo, ma vero o falso che sia il nostro pensiero...è utile? Come va la nostra relazione se veniamo catturati da questi "dovrebbe"? Non incrementa solo il nostro risentimento?Non aumenta solamente il conflitto?

 

 I pensieri del "E' inutile cercare di.."       

  • E' troppo tardi. Ci sono troppi danni. Non potremo mai rimediare, perché sprecare tempo?
  • Lei non cambierà mai, quindi perché dovrei fare lo sforzo?

La maggior parte delle persone ha avuto almeno una volta questi pensieri in un momento di crisi, ma...cosa succede se lasciamo che questi pensieri ci comandino? Cosa succede alla nostra relazione se ci arrendiamo?

 

 I pensieri del "Ho paura che.."

  • Lui sta per lasciarmi. Io non posso sopportare di stare senza di lui.
  • Non sono abbastanza per lei. So che lei troverà qualcuno migliore di me.
  • Lui sta cercando di controllarmi, non vuole permettermi di essere chi sono veramente.
  • Quando capirà quello che sono realmente lui mi lascerà.

Quando ci aggrappiamo fortemente a questi pensieri di abbandono cosa succede? Diventiamo gelosi, possessivi, ossessionanti? Oppure iniziamo a perdere di vista i nostri valori circa il rispetto per noi stessi, troppo preoccupati per chiedere quello che vogliamo nel caso il nostro partner disapprovi?

 

Questi sono solo alcuni esempi di pensieri che ci incatenano e ci conducono inesorabilmente ad una risoluzione infausta per la nostra coppia. Come abbiamo detto, non dobbiamo ambire all'eliminazione di questi, ma risulterà più utile iniziare a lasciar venire e lasciare andare questi pensieri, invece di essere completamente catturati, imparando a vederli per quelli che sono - né più né meno di parole che appaiono all'interno della nostra mente.

[Tratto da "Se la coppia è in crisi"- Russ Harris]

 

Dott.ssa Sabrina Franzosi - Psicologa Psicoterapeuta Bologna

 

Ti potrebbe interessare anche: 

. La comunicazione nella coppia

. Aspettative irrealistiche sulla vita di coppia

. Terapia di coppia

 

Psicoterapia di Coppia

Psicoterapia Individuale

Dott.ssa Sabrina Franzosi Psicologa Psicoterapeuta - Studio Privato in Viale Oriani, n° 39- 40137 Bologna - Tel. 339.3643877 E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CF: FRNSRN83T49D142G | n. di iscrizione albo 6659 sez.A

Crediti: creativecrew.it